L'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima (CNR-ISAC) promuove e sviluppa una comprensione scientifica integrata dell'atmosfera, dell’oceano e dei loro processi, tramite un approccio multidisciplinare che combina capacità scientifiche e tecnologiche nei settori della meteorologia, della climatologia, della dinamica dell'atmosfera, della composizione chimica, e dell'osservazione della terra, realizzando ricerca fondamentale teorica, sperimentale e modellistica, e valutazioni di impatto.
L'ISAC è il principale Istituto del CNR per la ricerca nelle Scienze dell'Atmosfera, organizzato in 7 unità territoriali, 7 osservatori permanenti, che comprendono anche 2 Stazioni Globali del Programma Global Atmosphere Watch della World Meteorological Organization e 2 supersiti atmosferici.
L'ISAC è riconosciuto internazionalmente attraverso le sue collaborazioni con numerosi laboratori europei e centri di ricerca mondiali.

Meteo Sedi ISAC

icona meteo area

jobs

Abbonamento a jobs
Sorry, no open jobs at this time

News

Abbonamento a News
Vedi le puntate di Memex

All'interno i link alle quattro puntate condotte da Federico Fierli, climatologo dell'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima (Consiglio Nazionale delle Ricerche), con la partecipazione di colleghi dell'Isac-CNR.

Su Rai Scuola (canale 146 del Digitale Terrestre e 806 di Sky) dal 7 all’11 marzo un focus sul clima dedicato ai cambiamenti climatici e al loro impatto sull’ambiente e sulla vita dell’uomo, dal riscaldamento globale all’inquinamento. Federico Fierli (CNR-Isac) conduce le trasmissioni, con i colleghi Stefano Decesari (8 marzo) e Susanna Corti (9 marzo) in qualità di ospiti.

Un team internazionale formato dalla Dr. Alessandra S. Lanotte, dell'Istituto
di Scienze dell'Atmosfera e del Clima, dai professori Roberto Benzi e Luca Biferale, dell'Universita' di Roma Tor Vergata, dal Professor Federico Toschi della Technical University of Eindhoven e dal Dr. Shiva K. Malapaka dell'IIIT di Bangalore, ha mostrato che i flussi turbolenti possono perdere il loro carattere intermittente e di estrema variabilita', quando sono confinati su un frattale.

Nature scientific reports

Scoperta una nuova connessione fra virus marini, sostanza organica e clima. Lo studio, pubblicato su Scientific Reports del Nature Group, è frutto di una collaborazione tra il gruppo di chimica dell’Atmosfera di Isac-Cnr, l’Università Politecnica delle Marche e l’Università di Galway

Il Programma Fulbright, scambio internazionale per studiosi e scienziati che partecipano a progetti di ricerca di particolare rilevanza internazionale, porta all’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima la collaborazione della D.ssa Lynn R. Mazzoleni.

Pagine