Anno europeo del patrimonio culturale - EYCH2018

EYCH2018

Il 2018 è il primo Anno europeo del patrimonio culturale (Decisione UE 2017/864). L’iniziativa europea, nata sotto la Presidenza italiana, ha lo scopo di sensibilizzare l'importanza della storia e dei valori europei e rafforzare il senso d'identità europea, richiamando l'attenzione sulle opportunità legate al patrimonio culturale, ma anche sulle sfide, come le pressioni ambientali sul paesaggio e sui siti del patrimonio culturale.

ISAC risponde a quest’ultima sfida

- organizzando, in collaborazione con l’Università Danubiana di Krems, una giornata dedicata alla Salvaguardia del Patrimonio Culturale da disastri naturali e antropici.  L'obiettivo principale di questo evento è stato quello di presentare una panoramica sui progressi degli attuali studi e sulle iniziative europee relative alla gestione del rischio dei beni culturali come il progetto Interreg Central Europe ProteCHt2save - Risk assessment and sustainable protection of Cultural heritage in changing environment, (coordinato da Alessandra Bonazza, ISAC-CNR). La conferenza internazionale si è svolta a Krems il 23 Gennaio 2018 ed è stata inserita tra gli eventi dell’Anno Europeo della Cultura EYCH2018.
https://www.donau-uni.ac.at/imperia/md/content/department/bauenumwelt/ve...

- partecipando al Forum Europeo della Protezione Civile che avrà luogo a Brussel il 5-6 marzo 2018, dove la Commissione presenterà il nuovo studio “Safeguarding Cultural Heritage from Natural and Man-Made Disasters” commissionato a  CNR-ISAC (coordinato da Alessandra Bonazza) dal Direttorato-Generale per Educazione, Giovinezza, Sport e Cultura. Il forum ospiterà, per la prima volta ed in occasione dell’EYCH2018, una sessione speciale dedicata ai Beni Culturali.
https://ec.europa.eu/echo/partnerships/civil-protection-partners/civil-p...

- realizzando lo Studio su “Safeguarding Cultural Heritage from Natural and Man-Made Disasters” già menzionato e contrassegnato con l'etichetta EYCH2018.
https://europa.eu/cultural-heritage/news/study-safeguarding-heritage-disasters_it

- organizzando in occasione della Giornata della Terra, e pertanto inserito tra le iniziative celebrative dell'Earth Day Italia, il 'Corso introduttivo, teorico e pratico, per la realizzazione di muri in pietra a secco tipici del territorio eoliano', a Lipari dal 17 al 21 aprile 2018. Le tecniche tradizionali dei muretti a secco sono state candidate quest'anno ad essere inserite nel Registro UNESCO delle migliori pratiche di salvaguardia del Patrimonio immateriale. Il gruppo RICH nell'ambito delle attività di ricerca sul recupero, tutela e valorizzazione del patrimonio e del paesaggio culturale ha organizzato inoltre due eventi conclusivi, aperti alla cittadinanza, per promuovere il ruolo delle murature in pietra a secco nel favorire la resilienza ai cambiamenti climatici, la tutela ambientale e le pratiche agricole tradizioniali. 
  - Sabato 21 aprile: 'Il paesaggio terrazzato delle Isole Eolie: scelte per il futuro' (Lipari).
  - Domenica 22 aprile:   'Il paesaggio terrazzato a Panarea: quale futuro? Passeggiata informativa ed incontro con la comunità' (Panarea).
Corso Muri a Secco
Evento Lipari per cittadinanza
Evento Panarea_Quale futuro

European Year of Cultural Heritage 
European Civil Protection Forum